Gli inizi nei locali di Corso Porta Mare

La trattoria “IL SORPASSO” nasce a Ferrara nel 1996, nei locali di corso porta mare 131, già sede della storica trattoria “OCCHIALI” che dagli anni ´50 ha rappresentato una delle esperienze più importanti della cucina tradizionale ferrarese.

La nuova sede di via Saraceno

Era il 1943 quando il Maestro Luchino Visconti scelse Ferrara come set del suo splendido film Ossessione; Clara Calamai e Massimo Girotti profusero senza avarizia una generosa interpretazione per le vie del centro storico e nelle indimenticabili scene che furono ambientate nell’allora Bar Tripoli di Via Saraceno in angolo con Vicolo del Galletto.

Ossessione, 1943, Luchino Visconti
Ossessione, 1943, Luchino Visconti

Il Bar Tripoli rimane nella memoria dei ferraresi per quelle scene, per la sua splendida ubicazione ed anche per qualche aneddoto come quello che narra dell’ingresso murato nottetempo dagli

Bar Ferrara anni ’70
Bar Ferrara anni ’70

avventori buontemponi per fare uno scherzo ai gestori. Il Tripoli, in linea con gli avvenimenti storici cambiò nome e divenne Bar Ferrara e fu il tempo dei biliardi, delle sigarette interminabili, delle cabine telefoniche pubbliche, fu il tempo delle partite a carte e delle domeniche di tuttoilcalciominutoperminuto… Poi le luci del Bar Ferrara dapprima si affievolirono per poi spegnersi del tutto; i locali rimasero chiusi a riposarsi per molti anni e venne il tempo in cui tante attività del centro storico abbassarono mestamente le saracinesche diventando rimesse per auto o polverosi magazzini. Il centro storico di una città antica e gloriosa come Ferrara ha visto tanta storia passare e ogni tanto si sveglia dal torpore; ecco che in via Saraceno rifioriscono le botteghe degli artigiani, i piccoli negozi di vicinato, i bar e le trattorie diventando, oggi, una delle via più vive ed originali del centro cittadino.

Dopo anni di chiusura, tocca allo staff de Il Sorpasso riaprire gli storici locali che furono del Bar Tripoli e Ossessione: scelta, questa, di chi crede fortemente nel centro cittadino e nella via Saraceno.

Ferrara, Marzo 2013: Trattoria Il Sorpasso. Beatrice Callegaro, lo chef Saro Mantarro, Ana, Ilaria e Chiara davanti alla trattoria.
Ferrara, Marzo 2013: Trattoria Il Sorpasso. Beatrice Callegaro, lo chef Saro Mantarro, Ana, Ilaria e Chiara davanti alla trattoria.

La nostra trattoria vuole diventare un punto di riferimento importante per chi ama mangiare bene e capire ciò che mangia; non si tratta di solo nutrimento, ma di trovare in ogni piatto il valore aggiunto rappresentato da una storia, da un ingrediente, da una particolarità, da un’emozione che solo un cibo sano, pulito e giusto può dare.

La nostra pasta fresca è tirata col mattarello, seguendo l’antico metodo: nascono così i cappellacci di zucca, le tagliatelle, i cappelletti e altre paste ripiene che sono il nostro vanto, seguite da piatti che attingono dal territorio e dalla grande tradizione italiana e mediterranea.

Selezioniamo personalmente le materie prime dando la preferenza a piccole realtà, nelle quali possiamo incontrare “artigiani del cibo” che con impegno e passione mirano ad ottenere un prodotto di qualità; con grande amore trattiamo poi i prodotti, cercando di mantenere il migliore rapporto qualità/prezzo.

Siamo convinti che solo l’onestà, l’impegno e l’umiltà diano risultati stabili nel tempo; in questo modo la Trattoria Il Sorpasso di via Saraceno 118 vuole lavorare: ogni giorno “con le mani e con il cuore.